Deadpool 2: Josh Brolin e la sua trasformazione in Cable

Josh Brolin ci ha regalato un piccolo sneak peek della sua trasformazione in Cable per “Deadpool 2”. Come? Condividendo una foto su Instagram del dietro le quinte, ovviamente!

Deadpool 2: è tempo di trasformazioni

Josh Brolin Cable in Deadpool 2

Ecco la foto pubblicata da Josh Brolin su Instagram, che ritrae l’attore in sala trucco per la trasformazione in Cable.

Josh Brolin, futuro interprete di Cable nel film “Deadpool 2” ha condiviso su Instagram una foto che lo ritrae in sala trucco e assumere le sembianze del suo personaggio. O forse sarebbe più corretto dire “iniziare ad assumerle”.

L’attore, infatti, avrà davanti numerose ore di trucco per vestire i panni di Cable in “Deadpool 2”. Nello scatto, Brolin è seduto davanti ad uno specchio con il volto ricoperto di calco blu.

Il messaggio che accompagna la foto è “Sapete, sto solo meditando”, ma ciò che lo rende sicuramente più interessante sono gli hashtag utilizzati, tra i quali vediamo, oltre al titolo del film, l’ironico “#ryanreyondsismybitch”.

Ricordiamo infatti, che Ryan Reynolds tornerà ad interpretare il ruolo del protagonista Deadpool e che, dunque, condividerà la scena proprio con il Cable di Josh Brolin!

Deadpool 2: un altro personaggio dell’universo Marvel per Josh Brolin

L’annuncio di Brolin per la parte in “Deadpool 2” ha scatenato non poco sgomento: l’attore, infatti, è già Thanos nell’Universo Marvel, motivo per cui in molti l’hanno giudicata una scelta insolita.

Durante un incontro con la stampa, Kevin Feige ha parlato proprio di Brolin e dei suoi ruoli in “Avengers: Infinity War” dei Marvel Studios e Cable in “Deadpool 2” della Fox:

“Nei nostri contratti non c’è scritto niente riguardo altri potenziali ruoli che gli attori possono interpretare. Indiana Jones e Han Solo sono la stessa persona e non è mai stato un problema. Thanos e Cable, poi, sono due personaggi molto diversi. Credo che Brolin sarà un Cable fantastico.”

L’uscita di “Deadpool 2”, diretto da David Leitch, è prevista per il 2018.

Sonia Buongiorno

19/04/2017

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *