Clint Eastwood

Clint Eastwood è diventato famoso inizialmente come attore recitando in numerosi film western degli anni '50-'80, per poi dedicarsi alla regia ed avere persino più successo dietro la macchina da presa, realizzando dei film di fama internazionale come "I ponti di Madison County", "Million Dollar Baby" e "Gran Torino".

Clint Eastwood, da 'uomo senza nome' ad attore e regista di successo

(San Francisco, 31 maggio 1930)

Clint Eastwood film westernClint Eastwood, nato il 31 maggio 1930 a San Francisco, in California, è ormai un’icona del cinema internazionale per alcune interpretazioni considerate classiche, ma anche per la sua straordinaria abilità di regista. Eastwood proviene da una famiglia operaia, la sua infanzia trascorre seguendo i genitori che si muovono qua e là in cerca di lavoro. Dopo le scuole superiori, anche il futuro regista intraprende una serie di lavori manuali. Nel 1950 è arruolato nella guerra in Corea, ma, coinvolto in pauroso incidente aereo, riesce a tenersi lontano dalla prima linea.

Nel dopoguerra comincia a lavorare come comparsa a Hollywood, fino a diventare protagonista di alcuni western di serie B, come: “Ambush at Cimarron Pass” (1958, da lui stesso definito “Uno dei western più schifosi mai girati”). In TV invece appare nel telefilm “Maverick” (1959), al fianco di James Garner. Subito dopo viene scelto dalla CBS come co-protagonista nella serie di telefilm western “Rawhide” (1959 - 1965), che lo rende famoso.

Clint Eastwood esordisce sul grande schermo grazie a Sergio Leone

In questo ruolo Sergio Leone vede recitare per la prima volta questo attore altissimo, dal volto legnoso e impassibile. Dovendo scegliere un protagonista per il suo “Per un pugno di dollari” (1964), il regista romano si rivolge a Eastwood che si rivela perfetto come pistolero cinico, ma leale. La cosiddetta Trilogia del dollaro, completata da “Per qualche dollaro in più”(1965) e dall’epico “Il buono, il brutto e il cattivo” (1966), lancia il genere spaghetti-western, rende immortale Leone e trasforma Eastwood in un divo. Leone, commentando l’impassibilità dell’attore disse: “Ho scelto Eastwood perché ha due espressioni: col cappello e senza”.

Gli anni Settanta sono un periodo estremamente attivo per l’attore, che cerca di far dimenticare lo stereotipo di avventuriero che Leone gli ha cucito addosso. In ogni caso i ruoli interpretati rimangono da “duro”. Particolarmente amata dal pubblico è la sua interpretazione dello sbirro leale ma spietato di “Ispettore Callaghan: il caso Scorpio è tuo” (1971) diretto da Don Siegel.

Il film inaugura una serie di 5 film, comprendenti “Una 44 Magnum per l’ispettore Callaghan” (1973) e “Cielo di piombo, ispettore Callaghan” (1976). Nello stesso periodo esordisce come regista-attore con film come “Lo straniero senza nome” (1973) o “Il texano dagli occhi di ghiaccio” (1976). Il suo stile appare da subito fare tesoro della lezione di Leone, soprattutto per inquadratura e montaggio.

All’inizio degli Ottanta la carriera di Eastwood non accenna a declinare. Come regista-attore firma il drammatico “Honkytonk Man” (1982), storia di un cantante country alcolizzato all’epoca della Grande Depressione. Il film, sostanzialmente ignorato, è stato riscoperto come un piccolo gioiello cult. Più eclatante il successo del suo “Firefox – volpe di fuoco” (1982), uno spy movie fantascientifico ad alto budget che diventa subito campione di incassi.

Clint Eastwood sempre più spesso dietro la macchina da presa

Clint Eastwood biografiaVerso l’inizio degli anni Novanta la celebrità di Eastwood come star sembra subire una battuta d’arresto, ma il suo successo come regista lo salva da un immeritato oblio. Il western crepuscolare “Gli spietati” (1992) è un trionfo di critica, fruttando un Oscar per la Regia, oltre che una nomination come Miglior Attore.

Successo che replicherà col toccante “Million Dollar Baby” (2004), storia di pugilato femminile ed eutanasia che si porta a casa quattro Oscar, compresi Regia e Miglior Film. Tra queste due pellicole non passa indifferente il suo stile registico in "I ponti di Madison County" (1995), dove recita accanto a Meryl Streep, "Potere assoluto" (1997) con Gene Hackman, "Fino a prova contraria" (1999) e il bellissimo "Mystic River" (2003), con cui nel 2004 Sean Penn e Tim Robbins vincono l'Oscar.

Al 2006 appartiene l’ambizioso progetto di due film che osservano da due punti di vista diversi lo stesso evento storico: si tratta di “Flags of Our Fathers” e “Letters from Iwo Jima”, quest’ultimo in lingua giapponese (vincitore ai Golden Globe come Miglior Film in Lingua Straniera e candidato dall'Academy come Miglior Film, Miglior Regia, Miglior Sceneggiatura Originale per il 2007). Nel 2008 è presente al Festival di Cannes con il film “Changeling”, interpretato da Angelina Jolie, e dà ancora un'ottima prova da regista e attore in "Gran Torino".

Clint Eastwood: un successo che non accenna a diminuire

Nel 2009 è di nuovo dietro la macchina da presa con la pellicola "Invictus - L'invincibile", adattamento cinematografico del romanzo "Ama il tuo nemico" di John Carlin, con interpreti Morgan Freeman (Nelson Mandela) e Matt Damon (Francois Pienaar). La trama si sviluppa attorno agli eventi che ebbero luogo in occasione della Coppa del Mondo di Rugby del 1995, tenutasi in Sudafrica poco tempo dopo l'insediamento di Nelson Mandela come presidente della nazione.

Con questi ultimi successi, Eastwood dimostra che non accenna a volersi mettere in pensione, promettendo di sorprenderci ancora a lungo con la classicità dei suoi ottimi film. Nel 2011 lo troviamo alla regia di "J. Edgar", biopic sullo storico direttore dell'FBI, interpretato da Leonardo Di Caprio (John Edgar Hoover, scomparso nel 1972).

Dopo la fine delle riprese di "Gran Torino", Eastwood aveva dichiarato che quella sarebbe stata la sua ultima apparizione sul grande schermo, ma evidentemente non ha resistito alla tentazione e così nel 2012 torna davanti alla macchina da presa per interpretare il burbero 'scout' degli Atlanta Beavers in "Di nuovo in gioco", film diretto da Robert Lorenz.

 Per il 2014 si dedica a "Jersey Boys", adattamento cinematografico dell’omonimo musical di Broadway vincitore dei Tony Awards nel 2005. Nello stesso anno dirige "American Sniper" con Bradley Cooper, film molto apprezzato che riceve la candidatura agli Oscar. E ancora lo ritroviamo nel 2016 a dirigere "Sully" con protagonista Tom Hanks.

La pellicola narra la storia del Capitano Sullenberg che il 15 gennaio 2009, a causa di uno scontro con uno stormo di uccelli, si troverà costretto a fare un ammarraggio sul fiume Hudson salvando così  la vita a 150 passeggeri e 5 membri dell'equipaggio.

Fabio Benincasa

Clint Eastwood Filmografia - Attore - Cinema

Clint Eastwood filmgrafia

  • Francis in the Navy, regia di Arthur Lubin (1955)
  • Vita di una commessa viaggiatrice, regia di Arthur Lubin (1956)
  • La squadriglia Lafayette, regia di William A. Wellman (1958)
  • L'urlo di guerra degli apaches, regia di Jodie Copelan (1958)
  • Per un pugno di dollari, regia di Sergio Leone (1964)
  • Per qualche dollaro in più, regia di Sergio Leone (1965)
  • Il buono, il brutto, il cattivo, regia di Sergio Leone (1966)
  • Impiccalo più in alto, regia di Ted Post (1967)
  • Le streghe nell'episodio Una sera come le altre, regia di Vittorio De Sica (1967)
  • L'uomo dalla cravatta di cuoio, regia di Don Siegel (1968)
  • Dove osano le aquile, regia di Brian G. Hutton (1969)
  • La ballata della città senza nome, regia di Joshua Logan (1969)
  • Gli avvoltoi hanno fame, regia di Don Siegel (1970)
  • I guerrieri, regia di Brian G. Hutton (1970)
  • La notte brava del soldato Jonathan, regia di Don Siegel (1971)
  • Brivido nella notte, regia di Clint Eastwood (1971)
  • Ispettore Callaghan: il caso Scorpio è tuo, regia di Don Siegel (1971)
  • Joe Kidd, regia di John Sturges (1972)
  • Lo straniero senza nome, regia di Clint Eastwood (1973)
  • Una 44 Magnum per l'ispettore Callaghan, regia di Ted Post (1973)
  • Assassinio sull'Eiger, regia di Clint Eastwood (1975)
  • Il texano dagli occhi di ghiaccio, regia di Clint Eastwood (1976)
  • Cielo di piombo,ispettore Callaghan, regia di James Fargo (1976)
  • L'uomo nel mirino, regia di Clint Eastwood (1977)
  • Filo da torcere, regia di James Fargo (1978)
  • Fuga da Alcatraz, regia di Don Siegel (1979)
  • Bronco Billy, regia di Clint Eastwood (1980)
  • Fai come ti pare, regia di Buddy Van Horn (1980)
  • Firefox - Volpe di fuoco, regia di Clint Eastwood (1982)
  • Honkytonk Man, regia di Clint Eastwood (1982)
  • Coraggio... fatti ammazzare, regia di Clint Eastwood (1983)
  • Per piacere... non salvarmi più la vita, regia di Richard Benjamin (1984)
  • Il cavaliere pallido, regia di Clint Eastwood (1985)
  • Gunny, regia di Clint Eastwood (1986)
  • Scommessa con la morte, regia di Buddy Van Horn (1988)
  • Pink Cadillac, regia di Buddy Van Horn (1989)
  • Cacciatore bianco, cuore nero, regia di Clint Eastwood (1990)
  • La recluta, regia di Clint Eastwood (1990)
  • Gli spietati, regia di Clint Eastwood (1992)
  • Nel centro del mirino, regia di Wolfgang Petersen (1993)
  • Un mondo perfetto, regia di Clint Eastwood (1993)
  • Un secolo di cinema - Viaggio nel cinema americano di Martin Scorsese, regia di Martin Scorsese (Documentario) (1995)
  • I ponti di Madison County, regia di Clint Eastwood (1995)
  • Potere assoluto , regia di Clint Eastwood (1997)
  • Fino a prova contraria, regia di Clint Eastwood (1999)
  • Space Cowboys, regia di Clint Eastwood (2000)
  • Debito di sangue, regia di Clint Eastwood (2002)
  • Million Dollar Baby, regia di Clint Eastwood (2004)
  • Gran Torino, regia di Clint Eastwood (2008)
  • Di nuovo in gioco, regia di Robert Lorenz (2012)

Clint Eastwood Filmografia - Attore - Televisione

  • La pattuglia della strada (Serie TV, 1 episodio) (1956)
  • Navy Log (Serie TV, episodio The Lonely Watch) (1958)
  • Maverick (Serie TV, episodio Duel at Soundown) (1959)
  • Gli uomini della prateria (Serie TV, 217 episodi) (1959-1966)

Clint Eastwood Filmografia - Regista

  • The Beguiled: The Storyteller (Cortometraggio) (1971)
  • Brivido nella notte (1971)
  • Lo straniero senza nome (1973)
  • Breezy (1973)
  • Assassinio sull'Eiger (1975)
  • Il texano dagli occhi di ghiaccio (1976)
  • L'uomo nel mirino (1977)
  • Bronco Billy (1980)
  • Firefox - Volpe di fuoco (1982)
  • Honkytonk Man (1982)
  • Coraggio... fatti ammazzare (1983)
  • Il cavaliere pallido (1985)
  • Vanessa episodio di Storie incredibili (Serie TV) (1985)
  • Gunny (1986)
  • Bird (1988)
  • Cacciatore bianco, cuore nero (1990)
  • La recluta (1990)
  • Gli spietati (1992)
  • Un mondo perfetto (1993)
  • I ponti di Madison County (1995)
  • Potere assoluto (1997)
  • Mezzanotte nel giardino del bene e del male (1997)
  • Fino a prova contraria (1999)
  • Space Cowboys (2000)
  • The Blues episodio Piano Blues (Documentario) (2002)
  • Debito di sangue (2002)
  • Mystic River (2003)
  • Million Dollar Baby (2004)
  • Flags of Our Fathers (2006)
  • Lettere da Iwo Jima 2006)
  • Changeling (2008)
  • Gran Torino (2008)
  • Invictus - L'invincibile (2009)
  • Hereafter (2010)
  • J. Edgar (2011)
  • Jersey Boys (2014)
  • American Sniper (2014)
  • Sully (2016)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *