Claudia Cardinale

Claudia Cardinale è un'attrice italiana, attualmente residente in Francia, tra le più importanti figure artistiche emerse negli anni Sessanta; definita dalla stampa internazionale come una delle donne più belle del mondo durante il suo decennio, è stata interprete delicata e al contempo incisiva, icona capace di oltrepassare la soglia del tempo, donna dalla straordinaria sensibilità e dall'innato talento.

Claudia Cardinale, una straniera bellezza italiana

(Tunisi, 15 Aprile 1938)

Claudia CardinaleClaude Joséphine Rose Cardinale nasce il 15 Aprile del 1938 a Tunisi. Nipote di emigranti siciliani, la bellissima attrice si impone nei primi anni '60, dividendo il successo con Sophia Loren e Gina Lollobrigida.

Dopo aver girato un modesto film in Tunisia, all'età di vent'anni, infatti, si trasferisce in Italia con la sua famiglia e inizia a frequentare il Centro Sperimentale di Cinematografia, che presto abbandona ritenendosi impreparata in particolare per la sua dizione, essendo la sua prima lingua il francese.

Icona e diva anni '60, i registi di tutto il mondo se la contendono

Grazie ad una foto su un giornale Claudia Cardinale si aggiudica un contratto con la “Vides” e delle parti secondarie in pellicole di grande successo quali “I soliti ignoti” (1958) di Mario Monicelli e “Un maledetto imbroglio” (1959) di Pietro Germi. In questi stessi anni Claudia dà alla luce un figlio illegittimo, inizialmente tenuto nascosto al pubblico e poi riconosciuto da Cristaldi, quando il produttore diverrà suo marito nel 1967.

Claudia Cardinale collabora con i maggiori registi italiani: nel 1960 recita in “Rocco e i suoi fratelli” di Luchino Visconti ma sarà nel 1963, con “Il gattopardo” dello stesso regista e con “Otto ½” di Federico Fellini, che la critica comincerà a notarla e apprezzarla. Sempre nel 1963 viene diretta da Luigi Comencini in “La ragazza di Bube” e si misura con il cinema hollywoodiano in film come “La pantera rosa” (1963), “Il circo e la sua grande avventura” (1964) e “I professionisti” (1966), recitando a fianco di grandi nomi de cinema d'oltreoceano. Nel 1968 viene scelta da Sergio Leone per il ruolo di protagonista in “C'era una volta il west” e da Damiano Damiani per “Il giorno della civetta”. Nel 1969 è in coppia con Alberto Sordi nella pellicola da lui stesso diretta “Nell’anno del Signore”.

Leone d’Oro alla Carriera al Festival di Venezia nel 1993

Claudia Cardinale 1Negli anni '70 Claudia Cardinale  divorzia da Cristaldi, si lega al regista Pasquale Squitieri e recita in alcune pellicole che non riscuotono grande successo. Di questo periodo tra le partecipazioni degne di nota si può sicuramente menzionare quella del 1977, quando interpreta l'adultera in “Gesù di Nazareth” di Franco Zeffirelli. Nel 1981 viene diretta da Liliana Cavani ne “La pelle” (1981) e da Werner Herzog nel “Fitzcarraldo” (1981). Il 1984 è l’anno di Marco Bellocchio per la trasposizione dell' “Enrico IV” e di Squitieri per “Claretta”, per la cui interpretazione la Cardinale ottiene il Nastro d’Argento. Verso la fine degli anni Ottanta si stabilisce in Francia, dove vive tuttora. Lavorerà ancora con Squitieri in “Naso di cane” (1986), “Atto di dolore” (1990) e “Li chiamarono briganti!” (1999).

Nel 1993 torna davanti la macchina da presa per Blake Edwards con Benigni ne “Il figlio della pantera rosa” e ottiene il Leone d’Oro alla Carriera al Festival di Venezia. Alla fine del millennio pubblica la sua autobiografia e nel 2002 recita nel suo ultimo film “And Now... Ladies & Gentlmen” di Claude Lelouche, e negli anni seguenti gira alcuni documentari, tra cui "L'ultima sequenza" di Mario Sesti (2003), "Essere Claudia Cardinale" (2005) e Sergio Leone: The Way I See Things, regia di Giulio Reale (2006). Del 2010 sono invece "Le Fil" di Mehdi Ben Attia e "Signora Enrica", regia di Ali Ilhan.

Claudia Cardinale, un'interprete internazionale

Tra il 2011 ed il 2013 Claudia Cardinale recita sempre più spesso in produzioni straniere: collabora attivamente con registi spagnoli come Manoel de Oliveira che la scrittura per un ruolo del suo "Gebo e l'ombra" (2011), Fernando Trueba la dirige invece in "El artista y el modelo" (2012) e nel frattempo è anche sul set della pellicola di Miguel Cruz Carretero "Deauville" (2012).

Sempre nel 2012 veste i panni di una viscontessa nell'Inghilterra vittoriana nella pellicola di Richard Laxton "Effie", in cui lavora al fianco di Emma Thompson e Dakota Fanning. A fine anno Paul Haggis la recluta per una parte nel suo ultimo film "The Third Person" (2013), che narra le vicende amorose di alcune coppie che si intrecciano tra Roma, Parigi e New York. La nostra diva ha qui l'occasione di dividere il set con l'idolo di molte adolescenti James Franco e Liam Neeson. Nel 2014 reciterà in "Effie Gray - Storia di uno scandalo" ("Effie Gray"), per la regia di Richard Laxton.

Enrica Nocera

Claudia Cardinale Filmografia - Cinema

Claudia Cardinale 2

  • I giorni dell'amore, regia di Jacques Baratier (1958)
  • I soliti ignoti, regia di Mario Monicelli (1958)
  • 3 straniere a Roma, regia di Claudio Gora (1958)
  • La prima notte, regia di Alberto Cavalcanti (1959)
  • Il magistrato, regia di Luigi Zampa (1959)
  • Un maledetto imbroglio, regia di Pietro Germi (1959)
  • Audace colpo dei soliti ignoti, regia di Nanni Loy (1959)
  • Su e giù per le scale, regia di Ralph Thomas (1959)
  • Anneaux d'or, regia di René Vautier (1959) - Cortometraggio
  • Il bell'Antonio, regia di Mauro Bolognini (1960)
  • Vento del Sud, regia di Enzo Provenzale (1960)
  • La battaglia di Austerlitz, regia di Abel Gance (1960)
  • Rocco e i suoi fratelli, regia di Luchino Visconti (1960)
  • I delfini, regia di Citto Maselli (1960)
  • La ragazza con la valigia, regia di Valerio Zurlini (1961)
  • La viaccia, regia di Mauro Bolognini (1961)
  • I leoni scatenati, regia di Henri Verneuil (1961)
  • Auguste, regia di Pierre Chevalier (1961) - Cameo
  • Cartouche, regia di Philippe de Broca (1962)
  • Senilità, regia di Mauro Bolognini (1962)
  • 8½, regia di Federico Fellini (1963)
  • Il Gattopardo, regia di Luchino Visconti (1963)
  • La Pantera Rosa, regia di Blake Edwards (1963)
  • La ragazza di Bube, regia di Luigi Comencini (1963)
  • Gli indifferenti, regia di Citto Maselli (1964)
  • Il circo e la sua grande avventura, regia di Henry Hathaway (1964)
  • Il magnifico cornuto, regia di Antonio Pietrangeli (1964)
  • Vaghe stelle dell'Orsa, regia di Luchino Visconti (1965)
  • L'affare Blindfold, regia di Philip Dunne (1965)
  • Né onore né gloria, regia di Mark Robson (1966)
  • I professionisti, regia di Richard Brooks (1966)
  • Le fate, episodio Fata Armenia, regia di Mario Monicelli (1966)
  • Una rosa per tutti, regia di Franco Rossi (1966)
  • Piano, piano non t'agitare!, regia di Alexander Mackendrick (1967)
  • La amante estelar, regia di Antonio de Lara (1968) - Cortometraggio
  • Il giorno della civetta, regia di Damiano Damiani (1968)
  • I contrabbandieri del cielo, regia di Joseph Sargent (1968)
  • Ruba al prossimo tuo..., regia di Francesco Maselli (1968)
  • C'era una volta il West, regia di Sergio Leone (1968)
  • Certo, certissimo, anzi... probabile, regia di Marcello Fondato (1969)
  • Nell'anno del Signore, regia di Luigi Magni (1969)
  • La tenda rossa, regia di Michail Kalatozov (1969)
  • Le avventure di Gerard, regia di Jerzy Skolimowski (1970)
  • Fuori il malloppo, regia di Jean Herman (1971)
  • Bello, onesto, emigrato Australia sposerebbe compaesana illibata, regia di Luigi Zampa (1971)
  • L'udienza, regia di Marco Ferreri (1972)
  • Le pistolere, regia di Christian-Jaque (1972)
  • Il clan dei marsigliesi, regia di José Giovanni (1972)
  • Il giorno del furore, regia di Antonio Calenda (1972)
  • I guappi, regia di Pasquale Squitieri (1974)
  • Gruppo di famiglia in un interno, regia di Luchino Visconti (1974) - Cameo
  • Libera, amore mio!, regia di Mauro Bolognini (1975)
  • A mezzanotte va la ronda del piacere, regia di Marcello Fondato (1975)
  • Qui comincia l'avventura, regia di Carlo Di Palma (1975)
  • Il comune senso del pudore, regia di Alberto Sordi (1976)
  • Il prefetto di ferro, regia di Pasquale Squitieri (1977)
  • Goodbye & Amen, regia di Damiano Damiani (1977)
  • L'arma, regia di Jerry Jameson e Pasquale Squitieri (1978)
  • Corleone, regia di Pasquale Squitieri (1978)
  • Una donna due passioni, regia di Étienne Périer (1978)
  • L'amante proibita, regia di Alan Bridges (1978)
  • Amici e nemici, regia di George P. Cosmatos (1979)
  • Si salvi chi vuole, regia di Roberto Faenza (1980)
  • La salamandra, regia di Peter Zinner (1981)
  • La pelle, regia di Liliana Cavani (1981)
  • Fitzcarraldo, regia di Werner Herzog (1982)
  • Il regalo, regia di Michel Lang (1982)
  • Le ruffian, regia di José Giovanni (1983)
  • Enrico IV, regia di Marco Bellocchio (1984)
  • Claretta, regia di Pasquale Squitieri (1984)
  • La donna delle meraviglie, regia di Alberto Bevilacqua (1985)
  • L'estate prossima, regia di Nadine Trintignant (1985)
  • Un uomo innamorato, regia di Diane Kurys (1987)
  • Blu elettrico, regia di Elfriede Gaeng (1988)
  • Hiver 54, l'abbé Pierre, regia di Denis Amar (1989)
  • Atto di dolore, regia di Pasquale Squitieri (1990)
  • La battaglia dei tre tamburi di fuoco, regia di Souheil Ben-Barka e Uchkun Nazaro (1990)
  • Mayrig, regia di Henri Verneuil (1991)
  • Quella strada chiamata paradiso, regia di Henri Verneuil (1992)
  • Il figlio della Pantera Rosa, regia di Blake Edwards (1993)
  • Elles ne pensent qu'à ça..., regia di Charlotte Dubreuil (1994)
  • Un été à La Goulette, regia di Fred Boughedir (1996) - Cameo
  • Sous les pieds des femmes, regia di Rachida Krim (1997)
  • Stupor Mundi regia di Pasquale Squitieri (1997)
  • Riches, belles, etc., regia di Bunny Godillot (1998)
  • Un café... l'addition, regia di Félicie Dutertre e François Rabes (Cortometraggio) (1999)
  • Li chiamarono... briganti!, regia di Pasquale Squitieri (1999)
  • And Now... Ladies & Gentlemen, regia di Claude Lelouch (2002)
  • Le démon de midi, regia di Marie-Pascale Osterrieth (2005)
  • Cherche fiancé tous frais payés, regia di Aline Issermann (2007)
  • Le Fil, regia di Mehdi Ben Attia (2009)
  • Signora Enrica, regia di Ali Ilhan (2010)
  • Tre destini, un solo amore, regia di Nicole Garcia (2010) - Cameo
  • Father, regia di Pasquale Squitieri (2011)
  • Joy de V., regia di Nadia Szold (2011)
  • Gebo e l'ombra, regia di Manoel de Oliveira (2012)
  • Deauville, regia di Miguel Cruz Carretero (2012)
  • Diventare italiano con la signora Enrica, regia di Ali Ilhan (2012)
  • Effie, regia di Richard Laxton (2012)
  • Piccolina bella, regia di Anna Scaglione (2012)
  • El artista y la modelo, regia di Fernando Trueba (2012)
  • La montagna silenziosa, regia di Ernst Gossner (2013)
  • Joy de V., regia di Nadia Szold (2013)
  • Ultima fermata, regia di Giambattista Assanti (2013)
  • Più buio di mezzanotte non può fare, regia di Sebastiano Riso (2013)
  • Les Francis, regia di Fabrice Begotti (2014)
  • Una gita a Roma, regia di Karin Proia (2014)
  • Effie Gray - Storia di uno scandalo (Effie Gray), regia di Richard Laxton (2014)
  • Rudy Valentino-Divo dei divi, regia di Nico Cirasola (2015)
  • Twice Upon a Time in the West, regia di Boris Despodov (2015)
  • Ultima Fermata, regia di Gianbattista Assanti (2015)
  • All Roads Lead to Rome, regia di Ella Lemhagen (2016)

Claudia Cardinale Filmografia - Televisione

  • Gesù di Nazareth, regia di Franco Zeffirelli (1977)
  • La principessa Daisy, regia di Waris Hussein (Miniserie TV) (1983)
  • La storia, regia di Luigi Comencini (1986)
  • Naso di cane, regia di Pasquale Squitieri (1986)
  • La rivoluzione francese, regia di Robert Enrico e Richard T. Heffron (1989)
  • Flash - Der Fotoreporter, nell'episodio Das Zweite Gesicht der Aida, regia di Gero Erhardt (1993)
  • Mayrig, regia di Henri Verneuil (1993)
  • 10-07: L'affaire Zeus, regia di Richard Ciupka (1995)
  • Nostromo, regia di Alastair Red (Miniserie TV) (1996)
  • Deserto di fuoco, regia di Enzo G. Castellari (1997)
  • Mia per sempre, regia di Giovanni Soldati (1998)
  • Élisabeth - Ils sont tous nos enfants, regia di Pasquale Squitieri (2000)
  • Hold-up à l'italienne, regia di Claude-Michel Rome (2008)
  • Il giorno della Shoah, regia di Pasquale Squitieri (2010)
  • Il bello delle donne (2016)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *