Bryce Dallas Howard

Bryce Dallas Howard è un'attrice statunitense nota per la bellezza fine ed elegante, figlia d'arte che debutta sul grande schermo, secondo la tradizione, sin da bambina

Bryce Dallas Howard, la star dalla bellezza “acquatica”

(Los Angeles, 2 marzo 1981)

Bryce Dallas Howard Biografia

La bellissima attrice Bryce Dallas Howard

Alta, snella e capelli rossi come il papà che alla sua età era il Richie Cunningaham della fortunata serie tv "Happy Days", Bryce Dallas Howard nasce a Los Angeles, il 2 marzo del 1981, da una famiglia di artisti che include una madre scrittrice, uno zio caratterista e due nonni attori, rispettivamente Cheryl, Clint e la coppia Jean e Rance Speegle Howard. Al pari di molti figli d'arte, debutta da subito in alcuni lavori del padre ormai affermatosi come regista.

Inizia cimentandosi come comparsa in film come "Parenti, amici e tanti guai" (1989), "Apollo 13" (1995) e "Il Grinch" (2000), dove imparare a recitare accanto a Steve Martin, Dianne Wiest, Tom Hanks e Jim Carrey risulta più facile. O forse più difficile?

Ad ogni modo per la figlioccia di Arthur ''Fonzie'' Fonzarelli, nulla sembra impossibile da desiderare e così, dopo l'iscrizione alla New York Tisch School of The Arts (2003) e quella allo Stella Adler Conservatory, ottiene la parte principale di Heather in "Adolescenza inquieta" (2004) di Alan Brown.

L'incontro con M. Night Shyamalan e la svolta

La svolta vera arriva però dopo essere stata notata dal regista indianoamericano M. Night Shyamalan, durante una performance in uno spettacolo di Broadway: la naturalezza sul palco, la pelle diafana e la voce sicura lo convincono di aver trovato la sua musa artistica, che vuole prima in "The Village" (2004) e poi in "Lady in the Water" (2006).

Nel primo lungometraggio Bryce è elettrizzata, ma anche desiderosa di non deludere le aspettative di chi ha scelto di puntare su di lei senza badare al cognome. Nonostante le recensioni contrastanti, in molti sostengono il trionfo del thriller psicologico che sembra quasi un film horror, così i due ci riprovano l'anno successivo ma stavolta fallendo miseramente.

"Lady in the Water", nato come una fiaba che lo stesso regista aveva scritto da raccontare ai propri figli, vince nel 2007 il premio come Peggior Regia e Peggior Attore non Protagonista (lo stesso Shymalan).

Tra l'una e l'altra opera, la volitiva Bryce viene salvata dal talento di un nome che il pubblico comincia presto ad associare a stile originale e bravura, cioè Lars Von Trier. Gira con lui, "Manderlay" (2005), il secondo dopo "Dogville" della trilogia 'America: terra delle opportunità'.

La fulva Bryce, avvolta in un lungo cappotto con il collo di pelliccia incarna l'impossibilità per un paese come gli Stati Uniti di esportare la democrazia con le armi, in una scenografia e attraverso dei dialoghi di indiscussa teatralità.

Le apparizioni di successo di Bryce Dallas Howard

Bryce Dallas Howard Critics Choice AwardsAlla disfatta come creatura acquatica per Shyamalan, segue a questo punto la riproposizione sul grande schermo di uno dei cavalli di battaglia di quando era a Broadway: "As You Like It - Come vi piace" (2006) di Kenneth Branagh, dove la Howard è la boccoluta Rosalinda.

La carriera si allunga poi con alcune apparizioni in "Spider-Man 3" (2007) di Sam Raimi, con "Good Dick" (2008) di Marianna Palka, con "The Loss of a Teardrop Diamond" (2008) sceneggiato da Tennessee Williams e infine "Terminator Salvation", il film di fantascienza diretto da McG.

Arriviamo così al 2010, anno in cui, nonostante il tanto lavoro ed anche la gravidanza avuta dalla relazione con il compagno anche lui attore, Seth Gabel, la corsa non sembra arrestarsi.

È il momento di dare il benvenuto alla più ampia popolarità, che l'ingresso nella saga di "Twilight" (2010) le sta per offrire.

La chioma purpurea e l'occhio ceruleo, che un buon trucco rende glaciale e torbido al tempo stesso, le regalano la parte della cattiva Victoria, vampira assetata di sangue e vendetta, che perseguiterà i protagonisti Bella ed Edward.

I ruoli più recenti per il grande cinema

Segue una parte molto diversa, quella di Melanie, in un film che in quanto al successo e la popolarità che le donano, non è di certo secondo al vampiresco di D. Slade.

Parliamo di "Hereafter" di Clint Eastwood che tanto animerà la critica, come tutti i film dell' Uomo con il sigaro ed anche di una parte in "50 e 50" (2011) di J. Levine, con Seth Rogen, Anna Kendrick e Joseph Gordon-Levitt, di cui la Bryce è devota fidanzata sulla scena.

Terminiamo dunque il nutrito elenco di lavori con la sua ultima interpretazione, degna di tutto rispetto, in "The Help" (2011) di Tate Taylor.

I premi e le critiche al film, inizialmente candidato a 4 premi Oscar dell'edizione 2012 e aggiudicatosi 5 candidature ai Golden Globe dello stesso anno, daranno lustro soprattutto alle protagoniste di colore, Octavia Spencer e Viola Davis, piuttosto che alla bella e un po’ malvagia Hilly interpretata da Bryce, ma la sua presenza in un altra pellicola di indiscusso successo non potrà non essere notata.

Una carriera dunque molto promettente, che non esclude la produzione, come per l'ultimo di Gus Van Sant "L'amore che resta" (2011) e nemmeno il teatro, insomma, uno di quei casi in cui la raccomandazione paterna forse non è l'unica ragione di un crescendo di occasioni di pura e meritata riuscita.

Nel 2015 è protagonista al fianco di Chris Pratt di uno dei più grandi successi degli ultimi anni: "Jurassic World". Il film le concede notorietà di pubblico e non più solo di critica. Nel 2016, poi, è protagonista di un episodio della serie TV "Black Mirror" per cui ottiene una nomination ai SAG Awards.

Cecilia Sabelli

Bryce Dallas Howard Filmografia - Cinema

Bryce Dallas Howard i film

  • Parenti, amici e tanti guai, regia di Ron Howard (1989)
  • Apollo 13, regia di Ron Howard (1995)
  • Il Grinch, regia di Ron Howard (2000)
  • Adolescenza inquieta, regia di Alan Brown (2004)
  • The Village, regia di M. Night Shyamalan (2004)
  • Manderlay, regia di Lars von Trier (2005)
  • Lady in the Water, regia di M. Night Shyamalan (2006)
  • As You Like It - Come vi piace, regia di Kenneth Branagh (2006)
  • Spider-Man 3, regia di Sam Raimi (2007)
  • Good Dick, regia di Marianna Palka (2008)
  • L'amore impossibile di Fisher Willow, regia di Jodie Markell (2008)
  • Terminator Salvation, regia di McG (2009)
  • The Twilight Saga: Eclipse, regia di David Slade (2010)
  • Hereafter, regia di Clint Eastwood (2010)
  • 50 e 50, regia di Jonathan Levine (2011)
  • The Help, regia di Tate Taylor (2011)
  • Jurassic World, regia di Colin Trevorrow (2015)
  • Pete's Dragon, regia di David Lowery (2016)
  • Gold - La grande truffa, regia di Stephen Gaghan (2016)

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *