Bryan Singer lincenziato dal film Bohemian Rhapsody

Bryan Singer è stato licenziato dalla 20th Century Fox, come regista per il film “Bohemian Rhapsody”, stando a quanto riportato dalla rivista The Hollywood Reporter.

Bryan Singer: fuori da Bohemian Rhapsody

Bryan Singer news

 

Il regista statunitense Bryan Singer, autore di film come “I soliti sospetti”, “X-Men” e “Operazione Valchiria”, stando a quanto riportato dalla rivista The Hollywood Reporter, sarebbe stato licenziato dalla 20th Century Fox, come regista del film “Bohemian Rhapsody”.

La decisione, è stata presa per via dei disaccordi che si erano creati sul set con l’attore protagonista del film Rami Malek (“Mr. Robot”, “The Master” di Paul Thomas Anderson). Disaccordi nati proprio per le lunghe assenze del regista dal set. Secondo la 20th Century Fox il comportamento del regista newyorkese, sarebbe stato poco professionale e inaccettabile per la produzione del fim.

“Bohemian Rhapsody” è stato scritto da Anthony McCarten (“La teoria del tutto” di James Marsh, “L’ora più buia” di Joe Wright) e racconterà quindici anni della vita del cantante Freddie Mercury, dalla nascita dei Queen, fino allo storico concerto del 1985, al Live Aid. Le riprese del film erano quasi completate e mancavano solo poche settimane alla post-produzione. Il ritorno sul set del regista, che come spiega lui, si era allontanato dalla produzione per motivi di salute di un suo familiare, sarebbe dovuto avvenire dopo le vacanze di Natale. L’uscita prevista del film nelle sale era annunciata per dicembre 2018.

 

Bryan Singer: le sue dichiarazioni

Bryan Singer, ha voluto commentare questo licenziamento attraverso un comunicato dove spiega quanto si sia appassionato a questo progetto e di quanto avrebbe voluto dare il suo contributo per onorare la memoria di Freddie Mercury e dei Queen, ma secondo il regista è stata proprio la Fox a non permettergli questo, che non avrebbe capito i suoi problemi di salute.

Come spiega il regista mancavano solo poche settimane al termine delle riprese e aveva chiesto del tempo per stare vicino ad un suo familiare, al momento con problemi di salute. Questo stress ha poi causato problemi di salute proprio allo stesso Singer. La decisione di licenziarlo non è stata sua, come ha voluto sottolineare. Anche per quanto riguardo i contrasti con Malek, secondo Bryan Singer erano stati superati nel miglior modo possibile, per permettere di finire di lavorare al film.

Nei prossimi giorni la 20th Century Fox annuncerà il regista che prenderà il posto di Bryan Singer, nel ruolo di regista di “Bohemian Rhapsody”.

Tomas Barile

6/12/2017

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *