BRUCE WILLIS - BIOGRAFIA
 giovedì 23 ottobre 14 - 07:01

  Home Page |
Email






Ricerca personalizzata

Bruce Willis - Biografia

Bruce Willis, l'attore 'duro a morire'

(Idar-Oberstein, 19 Marzo 1955)

Walter Bruce Willis nasce nella base tedesca di Idar-Oberstein, nella Germania Ovest, il 19 marzo 1955: suo padre David è meccanico e la mamma Marlene è casalinga. In realtà, però, cresce nel New Jersey, a Penns Grove, dove frequenta il college, prima di partire per New York per studiare recitazione, onde porre termine a un’insopportabile balbuzie, oltre che assecondare la propria vena artistica.

Tenta la via del teatro per vari anni, arrangiandosi come può con lavoretti alternativi: autotrasportatore per Du Pont, barista al Cafè Central di Manhattan, addetto alle pubbliche relazioni per Seagram, barman al Kamikaze Club di New York City. I primi passi nel cinema li compie a 25 anni, con un ruolo di comparsa in “Delitti inutili” (1980) di Brian G. Hutton. Nel 1982 lo troviamo ancora come comparsa ne “Il verdetto” di Sidney Lumet e successivamente nelle serie tv "Miami Vice" (1984), "Ai confini della realtà" (1985), "Moonlighting" (1985 – 1989). Proprio quest’ultima gli regala un Golden Globe e un Emmy.

La vita da star ha così inizio col matrimonio con Demi Moore, il 21 novembre 1987 e, l'anno successivo con l’album musicale "The Return of Bruno" (1988). Nel 1989 replica l’esperienza discografica con "If It Don't Kill You, It Just Makes You Stronger" e, nel frattempo, si dedica al grande schermo, conquistando la fama di vendicatore di torti e di paladino burbero e violento della giustizia, con “Die Hard – Trappola di cristallo” (1988) di John McTiernan, “Vietnam – Verità da ricercare” (1989) di Norman Jewison, per cui vince un Golden Globe come Miglior Attore non Protagonista, “Il falò delle vanità” (1990) di Brian De Palma, “L'ultimo boy scout – Missione: sopravvivere” (1991) di Tony Scott, “L'ombra del testimone” (1991) di Alan Rudolph.

Gli anni ’90 lo vedono all’opera anche nella commedia, in cui esordisce con “Billy Bathgate – A scuola di gangster” (1991) di Robert Benton, per poi continuare con “La morte ti fa bella” (1992) di Robert Zemeckis e “Genitori cercasi” (1994) di Rob Reiner, ma la sua vera strada è, indubbiamente, quella del thriller e dell’azione. La sua bravura e intensità interpretativa si estrinseca così in pellicole come “Pulp Fiction” (1994) di Quentin Tarantino, “Die Hard - Duri a morire” (1995) ancora di McTiernan, “L'esercito delle 12 scimmie” (1995) di Terry Gilliam, “Il quinto elemento” (1997) di Luc Besson, “The Jackal” (1997) di Michael Caton-Jones, “Armageddon - Giudizio finale” (1998) di Michael Bay, “Attacco al potere” (1998) di Edward Zwick ed “Il sesto senso” (1999) di M. Night Shyamalan.

Il periodo si chiude con il divorzio dalla Moore e numerose storie di poco conto con attrici e modelle, che accresce così la sua fama di eroe bello e sciupafemmine. Il decennio successivo conferma la volontà di Bruce di essere sempre in vetta con “Unbreakable - Il predestinato” (2000) ancora di Shyamalan, “Charlie's Angels: più che mai” (2003), “Ocean's Twelve” (2004) di Steven Soderbergh, “Sin City” (2005) di Robert Rodriguez e Frank Miller, “Slevin - Patto criminale” (2006), “Fast Food Nation” (2006), “Alpha Dog” (2006) di Nick Cassavetes, “Perfect Stranger” (2007), “Grindhouse - Planet Terror” (2007) ancora di Rodriguez, “Die Hard - Vivere o morire” (2007) e “Disastro a Hollywood” (2008) di Barry Levinson sono solo alcune delle grandi produzioni a cui prende parte.

Nel 2009 Willis è protagonista de "Il mondo dei replicanti", e sempre nel 2009 pronuncia per la seconda volta il fatidico "Sì", legandosi alla modella, più giovane di lui di vent'anni, Emma Heming.

Nel 2010 lavora con Morgan Freeman e John Malkovich in "Red"; con Adam Brody in "Poliziotti fuori" e con Jason Statham e Mickey Rourke nel film diretto da Stallone "I mercenari - The Expendables". Nel 2011 torna sul set con "Black Mamba", "Catch .44", di Aaron Harvey. Nel 2012 lo ritroviamo sul grande schermo con: "G.I. Joe - La vendetta" , di Jon M. Chun, "Moonrise Kingdom - Una fuga d'amore", regia di Wes Anderson, "The Cold Light of Day", regia di Mabrouk El Mechri e "I mercenari 2" , regia di Simon West.

Nel 2013 lo vediamo nel cast di "Die Hard - Un Buongiorno per Morire", di "G.I. Joe - La vendetta" e di "Red 2".

Claudia Resta



Ultimi aggiornamenti

Scrivi il tuo commento sulla pagina
'Bruce Willis - Biografia '


Il tuo nome (facoltativo)

Contatti

Per contattare la redazione del sito Ecodelcinema scrivere all'indirizzo email redazione@ecodelcinema.com

 


Bruce Willis - Filmografia




News Produzioni

Notizie

Gossip

Conferenze Stampa

Festival

Premi

Prossimamente al cinema

Serie tv

Approfondimenti

New Trailer e Clip

Filmografia

Colonne Sonore

Storia del cinema e Cult

Produzioni

Distribuzioni

Buon Compleanno Vip

Forum

Ecodelcinema su Facebook

Ecodelcinema su Youtube

Privacy

Compleanni vip

Cinema e pubblicità


 
Le foto presenti su Ecodelcinema.com sono state in larga parte prese da Internet,e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - indirizzo e-mail redazione@ecodelcinema.com che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.
Ecodelcinema.com - Registrazione al Tribunale di Roma n.79/2009 del 11/03/2009

www.ecodelcinema.com di Eco del Cinema - email redazione@ecodelcinema.com -