Box office USA: un grande esordio per “San Andreas”

 

Oltrepassando tutti i più fausti pronostici, l’ultimo week end di maggio riporta il catastrofico “San Andreas” sulla vetta più alta del box office statunitense guadagnando ben 53.215.000 dollari.

Scrollante esordio per il distopico “San Andreas”; 53 milioni di dollari in un batter d’occhio

locandinaSanAndreas3D(incassi 29 – 31 maggio) Il distopico film con Dwayne Johnson (The Rock), segna ai botteghini statunitensi un importante esordio, riconfermando l’interesse del pubblico americano in film catastrofici innervati di spettacolari effetti speciali e tensione da tachicardia.

Argento per la commedia di Elizabeth Banks “Pitch Perfect 2”, che riconferma il secondo posto incassando 14.800.000 dollari per un totale di 147.500.000 verdoni. A seguire, con introiti di appena un milione in meno, il fantasy “Tomorrowland”, in discesa dal primo posto della scorsa settimana con 13.803.000 dollari, 63.188.000 in totale.

Al quarto e quinto posto del box office americano rispettivamente “Mad Max: Fury Road” e “Avengers: Age of Ultron”; “Aloha” solo sesto

“Mad Max: Fury Road” scende di un gradino e si piazza in quarta posizione, con incassi pressoché dimezzati dallo scorso weekend: 13.625.000 dollari per un totale di 115.915.000 dollari. Alle calcagna dello spettacolare action di George Miller rimane, a chiudere la top five, “Avengers: Age of Ultron”, orgoglioso prodotto di Joss Whedon arrivato a racimolare l’esorbitante somma di 427.070.000 dollari per la Disney; il parziale del week end conta 10.920.000 dollari.

Esordio in una piuttosto deludente sesta posizione per lo stellare (cioè forte di un cast eccelso) film di Cameron Crowe “Aloha” con 10 milioni di dollari tondi tondi. Scivola dalla quarta alla settima l’horror “Poltergeist” incassando 7.800.000 dollari, 38.267.000 dollari in totale.

Ecco gli inseguitori della top ten del Box office USA, poco più di un milione ciascuno

Il terzetto finale della top ten del week end è capeggiato dal film del ‘dogmatico’ Thomas Vinterberg “Via dalla pazza folla”, che riconferma lo scarso successo ai botteghini perdendo ancora una posizione e guadagnando appena 1.420.000 dollari, in totale 8.362.000 dollari. “Fuga in tacchi a spillo” si ferma ai box perdendo ancora 3 posizioni, ora in nona, e incassando 1.370.000 dollari che sommati ai precedenti raggiungono i 32.351.000 dollari.

Chiude la top ten di quest’ultimo week end di maggio la pellicola d’animazione “Home”, determinata a non lasciare la classifica dopo ben 10 week end di permanenza consecutiva. Altri 1.150.000 dollari incrementano il gruzzolo totale giunto a pesare ben 170.409.000 per la Fox, proprio niente male per un cartoon.

Pietro Paolucci

01 / 06 / 2015

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *