Box Office Usa: “Come ti ammazzo il bodyguard” apre la classifica

Box Office Usa (incassi 18-20 agosto): “Come ti ammazzo il bodyguard” apre al primo posto con oltre 21 milioni di dollari. Complessivamente, però, questo week-end è stato il secondo peggiore del 2017 per quanto riguarda gli incassi al botteghino statunitense. E le prossime settimane non promettono risultati migliori.

Samuel L. Jackson si riconferma re del Box Office Usa

 

Come ti ammazzo il bodyguard box office usaEsordio al primo posto da 21.6 milioni di dollari per “Come ti ammazzo il bodyguard” (Titolo originale: “The Hitman’s Bodyguard”), diffuso in 3.377 sale con una media per sala di 6.396$. Il debutto è stato molto buono, visto e considerato che agosto è un mese di magra per i cinema e che questo fine settimana è stato il secondo peggiore dell’anno per incassi dopo il week-end del Superbowl di febbraio. Inoltre, va detto che il film ha incassato bene nonostante siano usciti – solo quest’anno – oltre una dozzina di film action. “Come ti ammazzo il Bodyguard” potrebbe mantenere il primato anche nelle prossime settimane, data la mancanza di competitor credibili in sala e, soprattutto, grazie alla presenza nel cast di Samuel L. Jackson, da sempre re indiscusso del botteghino.

Scende al secondo posto la hit horror “Annabelle 2: Creation“, che ha incassato 15.5 milioni, perdendo il -56% rispetto alla scorsa settimana. L’incasso complessivo per questo nuovo capitolo della saga è già di 64 milioni (64.044.221$), ma anche oltreoceano il film continua a mietere successi, guadagnando altri 96.700.000$.

Apre in terza posizione con 8 milioni di dollari l’ultimo film di Steven Soderbergh, “Logan Lucky“, che non entusiasma il pubblico pagante. Il thriller-drama prodotto dalla Bleecker Street ha un budget di produzione di 29 milioni – al pari del primo classificato – ma non riesce a reggere il confronto con il film d’azione, nonostante l’ampia distribuzione in 3.031 sale e le ottime recensioni da parte della critica.

Box Office Usa: solide le posizioni centrali della top ten

Dunkirk scena film box office usa

Scena dal film “Dunkirk”

Il film di Christopher Nolan ambientato durante la Seconda Guerra Mondiale, “Dunkirk“, scala dal secondo al quarto posto con altri 6.7 milioni finiti nelle casse della Warner Bros. La pellicola raggiunge in patria ben 165.5 milioni di dollari, cui si aggiungono altri 227.2 milioni nel resto del mondo (per un totale di $392.7milioni di dollari). È un ottimo risultato, con un calo di poco conto rispetto allo scorso week-end e con molti mercati ancora in attesa di uscita, come l’Italia.

Un paio di film d’animazione ricoprono le posizioni centrali della classifica: si tratta di “Nut Job  2 – Tutto molto divertente”, al quinto posto con 5.1 milioni (17.696.923$ in totale negli Usa) e di “Emoji – Accendi le emozioni“, che ottiene la sesta posizione con 4.35 milioni (71.767.352$ complessivi).

Stabile al settimo posto, il cine-comic Marvel “Spider-Man: Homecoming” vanta il minor calo d’incasso della classifica, pari a solo il -29% rispetto alla settimana passata. Questo week-end “Homecoming” ha guadagnato altri 4.25 milioni, con un introito complessivo di 314.051.381$ (724.8 milioni in tutto il mondo).

Box Office Usa: cade a picco “La torre nera”, bene “Wind River”

Box Office Usa torre nera

Scena dal film “La torre nera”

Ottavo posto con 3.8 milioni di dollari per la commedia di maggior successo dell’anno, “Girls Trip“, presente da cinque settimane nelle sale. Con Girls Trip la Universal ha già totalizzato 104 milioni di dollari, che è più degli incassi delle altre due commedie più fruttuose dell’anno – Baywatch e Snatched – messe insieme.

Il film fantascientifico “La Torre Nera” registra il peggiore risultato della classifica, con soli altri 3.7 milioni entrati nelle casse della Sony, per un totale di 41.6 milioni di dollari circa.

Bene – ma non benissimo – “Wind River” con 3 milioni di dollari (4.1 milioni totalizzati finora). Grazie all’aumento delle sale di distribuzione, il film riesce a risalire nella top ten dal ventesimo al decimo posto.

Marta Maiorano

21/08/2017

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *