Box Office USA: Thor: Ragnarok ancora in cima

Box Office USA (incassi 10-12 novembre): questo fine settimana “Thor: Ragnarok” riconferma il primo posto, mentre altre due new entry si piazzano in seconda e terza posizione

Box Office USA: “Thor: Ragnarok” è primo, seguono “Daddy’s Home 2” e “Assassinio sull’Orient Express”

Box Office USAThor: Ragnarok” mantiene il primo posto dopo l’ottimo debutto della scorsa settimana, incassando altri 56.6 milioni, che portano il totale negli Stati Uniti a 211.5 milioni di dollari (211.589.707$). È probabile che il cine-comic Marvel finisca la sua corsa nelle sale americane sopra i 300 milioni, mentre all’estero questo terzo capitolo della saga di Thor ha già raggiunto 438.5 milioni di dollari, arrivando un incasso globale di oltre 650 milioni.

Due new entry si sono contese la medaglia d’argento, ma alla fine l’ha spuntata la commedia “Daddy’s Home 2“, che ha guadagnato il secondo posto con 30 milioni, ottenuti da 3.575 sale. Il sequel della commedia “Daddy’s Home” vede protagonisti ancora una volta gli attori Will Ferrell, Mark Wahlberg e Linda Cardellini, sotto la direzione del regista Sean Anders. Questo secondo film ha aperto con un risultato superiore rispetto al precedente, ed è probabile che continui a tenere bene in sala per tutto il mese di novembre.

Con un piccolo scarto rispetto a “Daddy’s Home 2” apre al terzo posto “Assassinio sull’Orient Express“, che ottiene ben 28.2 milioni di dollari. Buonissimo risultato per il film di Kennet Branagh, che ha potuto contare su un cast stellare – da Judi Dench a Johnny Depp a Penelope Cruz – oltre che sul richiamo della popolarità del grande classico letterario di Agatha Christie.

Box Office USA: bene “Bad Moms 2”, perdono quota i titoli horror

Bad Moms 2 Box Office USA

Scena del film “Bad Moms 2: Mamme molto più cattive”

Un altro sequel comedy tra le prime posizioni: è “Bad Moms 2: Mamme molto più cattive“, che è quarto con una perdita di solo il -31% rispetto allo scorso week-end. Il film con Mila Kunis incassa altri 11.5 milioni, arrivando ad un totale appena sotto i 40 milioni (39.873.626$).

Ancora un sequel al quinto posto, ma in questo caso si tratta di un horror, “Saw: Legacy” (Jigsaw), che perde terreno insieme agli altri titoli di genere horror dopo la fine dei festeggiamenti di Halloween, ottenendo 3.4 milioni (34.354.093 $ complessivi), con un calo del -47.9% di incasso rispetto allo scorso fine settimana.

Ed ecco di nuovo un sequel in sesta posizione. Stavolta si tratta di una commedia a tema Halloween con “Tyler Perry’s latest, Boo 2! A Madea Halloween“, che porta a casa altri 2 milioni e totalizza circa 46 milioni in un mese (45.920.463$).

Naufraga al settimo posto “Geostorm“, che ha faticato sin da subito ad affermarsi nelle sale statunitensi, e che continua la sua discesa negli abissi. I numeri del disaster movie parlano chiaro: 1.5 milioni nel week-end e un misero totale di 31.6 milioni in quattro settimane (31.623.892$), che non si avvicinano nemmeno lontanamente a coprire il colossale budget di produzione di 120 milioni. Se “Geostorm” non dovesse avere successo neppure all’estero, a quel punto la Warner Bros. si troverebbe a dover fare i conti con una perdita di denaro davvero considerevole per le sue casse.

Box Office USA: straordinario risultato per “Lady Bird”

Lady Bird Box Office Usa

Scena del film “Lady Bird”

Alla casa di produzione Warner Bros. non è andata bene in queste settimane neppure con “Blade Runner 2049“, che attualmente è ottavo con altri 1.4 milioni e un totale di 88 milioni di dollari in sei settimane (88.001.297$).

L’horror low cost (è costato solo 4.8 milioni) “Auguri per la tua morte” è nono con 1.3 milioni e un ottimo totale di 55 milioni (54.954.605$).

Passa dal 26esimo al decimo posto “Lady Bird“, diretto da Greta Gerwig. Il film acclamato dalla critica riesce ad ottenere un risultato sorprendente: da sole 37 sale il film incassa 1.24 milioni di dollari (1.249.358$ nel week-end; 1.781.438$ complessivi), con una stratosferica media per sala di 33.776$.

 

Marta Maiorano

12/11/2017

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *