Box Office USA: primo posto per “Jumanji: Benvenuti nella giungla”

Box Office USA (incassi 12-14 gennaio): il secondo fine settimana del 2018 vede in testa ancora “Jumanji: Benvenuti nella giungla”. Tre le new entry in classifica, “L’uomo sul treno”, “Paddington 2” e “Proud Mary”, cui va aggiunto il nuovo film di Spielberg, “The Post”, che si espande in moltissime sale degli USA in vista della stagione degli Oscar.

Box Office USA: “Jumanji – Benvenuti nella giungla” è ancora primoBox Office USA Jumanji 3

Jumanji – Benvenuti nella giungla è primo dopo quattro settimane nelle sale statunitensi. Il sequel di Jumanji ha perso solo il -27% rispetto allo scorso week-end, incassando altri 27 milioni per un totale di 283 milioni di dollari (283.170.909$). Si tratta del secondo film di maggior incasso per Dwayne ‘The Rock’ Johnson dopo “Fast and Furious 7”. La pellicola ottiene anche la media migliore della classifica, con 7.024$ per sala.

Seconda posizione per The Post che, grazie ad una massiva espansione delle sale di proiezione, ottiene ben 18.6 milioni, aggiudicandosi una media per sala di 6.598$ (la seconda migliore della classifica). Molto probabilmente il film verrà candidato in qualche categoria ai premi Oscar 2018, visti i nomi coinvolti nel progetto: Steven Spielberg alla regia e come protagonisti le star assolute Meryl Streep e Tom Hanks. L’incasso complessivo finora è di 23.089.237 dollari.

Debutto in terza posizione da 13.45 milioni per L’uomo sul treno – The Commuter (The Commuter), thriller del 2018 diretto da Jaume Collet-Serra con Liam Neeson.

Box Office USA: debutta settimo “Paddington 2”

"Paddington 2" Box Office USA

Scena dal film “Paddington 2”

Quarto posto per l’horror Insidious: L’ultima chiave, che perde quota considerevolmente rispetto alla scorsa settimana (-59%), incassando 12.1 milioni per un totale di 48.3 milioni di dollari (48.375.140$).

Quinta posizione per il film musicale The Greatest Showman, che guadagna 11.8 milioni e detiene la migliore tenuta della classifica, perdendo solo un -14.3% rispetto alla settimana precedente. Il film con Hugh Jackman è nelle sale americane da quattro settimane, ed ha raccolto finora 94.553.868 dollari.

Scende al sesto posto con 11.3 milioni Star Wars: Gli ultimi Jedi, che perde 1000 schermi di proiezione e si avvia verso la chiusura nei cinema nordamericani. Il secondo capitolo del nuovo franchise Disney ha raccolto in patria 591.549.584$, che ne fanno il sesto maggior incasso di tutti i tempi al botteghino USA.

Apre al settimo posto Paddington 2, sequel del film per famiglie di Paddington del 2014. La pellicola con l’orso parlante tanto amato dai più piccini ottiene molto meno di quanto sperato, con soli 10.6 milioni ricavati da oltre 3.702 sale. Va detto che il film è stato, in generale, apprezzato dalla critica, ma il pubblico non è parso interessato in questo secondo capitolo del franchise della Warner Bros. con Hugh Grant.

Box Office USA: new entry all’ottavo posto per “Proud Mary”

L'ora più buia Box Office USA

Gary Oldman ne “L’ora più buia”

L’action Proud Mary debutta in ottava posizione con 10 milioni da 2.125 sale, con una buonissima media per sala di 4.706 dollari, il che ne fa già un successo per la Sony, che ha investito per “Proud Mary” un budget di produzione di 14 milioni. Ancora non è disponibile una data di uscita in Italia per la pellicola.

Pitch Perfect 3 cala in nona posizione con circa 5.6 milioni di introito, portando il totale del musical a 94.6 milioni (94.651.225$).

Chiude la classifica L’ora più buia, con protagonista Gary Oldman, con un incasso nel fine settimana di 4.5 milioni e un incasso complessivo di 35.737.552 dollari.

Marta Maiorano

15/01/2018

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *