Box Office USA: “Justice League” è primo, ma delude

Box Office USA (incassi 17-19 novembre): “Justice League” è primo, ma il debutto è al di sotto delle aspettative di Warner Bros. e DC Comics, che speravano di eguagliare il successo degli “Avengers” della casa rivale Marvel.

Box Office USA: “Justice League” delude la Warner Bros.

Justice League Box Office UsaDopo anni di pre-produzione, finalmente esce nelle sale “Justice League”, cine-comic che racchiude il meglio dei supereroi DC, pronti a sfidare la Marvel e a tenerle testa nei cinema a stelle e strisce. Tuttavia, i numeri hanno deluso la Warner Bros., che prevedeva un debutto sopra i 110 milioni di dollari. “Justice League” ottiene pur sempre un primo posto da 96 milioni di dollari, che fanno impallidire gli incassi degli altri titoli in classifica. La media per sala è di 23.698 dollari, ottenuti da 4.051 sale. “Justice League” è però una produzione gigantesca, costata alla Warner 250 milioni di dollari, cui vanno aggiunti gli ingenti costi di marketing promozionale. Ciononostante, sembra che la Disney sia sempre un passo avanti e che il suo connubio con la Marvel raggiunga risultati molto più alti della casa rivale.

Lo scorso anno, “Batman v Superman” aveva aperto con 166 milioni: da “Justice League” ci si aspettava un risultato analogo, se non superiore, anche perché casa DC aveva avuto ottimi risultati anche con “Suicide Squad” (con uno stellare debutto da 133.7 milioni di dollari). È ben vero che entrambi i film citati sono stati poi stroncati da critica e pubblico: ciò non ha certo deposto a favore dei cine-comic DC successivi, ma lo zoccolo duro dei fan si è comunque recato nei cinema per vedere la lega di giustizieri in azione. Justice League ha ricevuto recensioni miste da parte della critica ma, complessivamente, gli è stato rimproverato di non essere ancora all’altezza dell’universo Marvel e dei suoi navigati Avengers.

Un’altra probabile causa dello scarno successo di “Justice League” risiede nel fatto che si tratta del sesto film di supereroi al cinema in meno di un anno, ed è quindi probabile che molti spettatori non abbiano voluto addentrarsi in sala anche per questa ennesima produzione a tema. Va anche detto però che, tra questi sei, l’unico superhero movie ad aver aperto con un incasso minore di “Justice League” è stato “Logan”.

La performance abbastanza deludente di “Justice League” rende incerto il futuro di casa DC. La Warner Bros. è chiamata ora ad interrogarsi sui livelli di qualità che ci si aspetta da un cine-comic e ad alzare l’asticella rispetto alla casa rivale. Altri nove film sono in calendario tra 2018 e 2020: la maggior parte è senza titolo, ma sappiamo che sicuramente ci saranno un film su “Aquaman” e un sequel di “Wonder Woman”. Diventa ora sempre più probabile che queste produzioni slittino di data, per regalare ai fan più sostanza e far arrivare l’universo DC a numeri più alti.

Box Office USA: Julia Roberts fa centro con “Wonder”, medaglia di bronzo per “Thor: Ragnarok”

Wonder Box Office Usa

Foto dal set del film “Wonder”, con Julia Roberts e Owen Wilson

Apre in seconda posizione con 27 milioni di dollari “Wonder“, film drammatico di Stephen Chbosky. Julia Roberts dimostra ancora una volta quanto la presenza del suo nome sulle locandine attiri numerosi spettatori in sala. Il punteggio CinemaScore è stellare: è un A+ che fa ben sperare per un buon successo di Wonder anche nelle prossime settimane.

È terzo con 21.7 milioni un altro cine-comic, stavolta Marvel. Si tratta di “Thor: Ragnarok“, che ha ormai raggiunto un totale negli USA di 247 milioni di dollari (247.382.170$). Il film soffre molto dell’uscita di “Justice League” e perde quota vertiginosamente rispetto allo scorso week-end, registrando un -61.8% di incasso.

Box Office USA: esordio al sesto posto per “Gli eroi del Natale”

Gli eroi del Natale Box Office USA

Scena del film d’animazione “Gli eroi del Natale”

Scende in quarta posizione la commedia “Daddy’s Home 2”, che ottiene 14.8 milioni nel fine settimana e arriva a 50.576.447 dollari complessivi.

È quinto “Assassinio Sull’Orient Express“, film ricolmo di star del cinema, che porta a casa altri 13.8 milioni di dollari, arrivando ad un totale di 51.728.362$.

Debutta sesto con 10 milioni di dollari “Gli eroi del Natale” (titolo originale “The Star”), film d’animazione cristiano in cui si mette in scena la natività, che ci viene raccontata dalla prospettiva degli animali.

È settimo “Bad Moms 2: Mamme molto più cattive“, commedia sequel di “Bad Moms” a tema natalizio, che raccoglie 6.9 milioni di dollari nel week-end e arriva a 51 milioni totali (precisamente 50.912.155$).

Box Office USA: stupiscono con risultati strabilianti due film in fondo alla classifica, “Lady Bird” e “Tre Manifesti a Ebbing, Missouri”

Lady Bird Box Office USA

Scena del film “Lady Bird”

Sale dal decimo all’ottavo posto, registrando un +110.9%, “Lady Bird“, che riesce a ottenere ben 2.5 milioni (2.529.915$) da 238 sale di proiezione (il totale si attesta ora a 4.702.390$).

Passa dal ventisettesimo al nono posto “Tre Manifesti a Ebbing, Missouri“, incassando 1.1 milioni di dollari in soli 53 cinema, registrando un incremento del +246.1% rispetto allo scorso week-end (il totale è di 1.549.225$).

È decimo l’unico horror ormai rimasto in classifica dopo la ricca carrellata di titoli per Halloween: “Saw: Legacy“, che incassa 1 milione di dollari e 36.450.233 dollari complessivi.

Marta Maiorano
20/11/2017

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *