Box Office Usa: “Alien: Covenant” vince su “Guardiani della Galassia Vol.2”

Box Office Usa (19-21 maggio): “Alien: Covenant” vince di poco su “Guardiani della Galassia Vol.2” nella classifica del botteghino statunitense. Esordio al terzo posto per la pellicola romantico-drammatica “Noi siamo tutto”, mentre debutta in quinta posizione il film per ragazzi “Diario di una schiappa – Portatemi a casa!”.

Box Office Usa: “Alien Covenant” e “Guardiani della Galassia Vol. 2” si contendono il primato; debutta terzo “Noi siamo tutto”

Box Office Usa

Scena dal film “Alien: Covenant”

Alien: Covenant“, secondo capitolo della saga prequel del franchise fantascientifico “Alien” iniziata con “Prometheus”, ha debuttato al primo posto con circa 36 milioni di dollari, di cui circa il 43% ottenuti nella giornata di venerdì. L’esordio inferiore ai 40 milioni è abbastanza deludente, considerato l’incasso d’apertura di 51 milioni di dollari del suo predecessore, “Prometheus”, cinque anni fa. La composizione dell’audience è stata per il 62% di sesso maschile e per il 38% femminile, di cui il 66% di età pari o maggiore a 25 anni.

Secondo posto con pochissimo scarto da “Alien: Covenant” per il cine-comic Disney-Marvel “Guardiani della Galassia Vol.2“, che ha guadagnato 35.1 milioni nel week-end e 300 milioni di dollari in totale.

Terza posizione da 12 milioni di dollari per “Noi siamo tutto” (titolo originale “Everything, Everything”), che supera immediatamente il budget di produzione di 10 milioni nel suo primo week-end in sala. Il film, tratto dal romanzo rosa omonimo, è incentrato sulla storia d’amore tra due ragazzi che devono lottare contro le avversità e i drammi della vita per far sì che il loro amore trionfi. Il risultato di “Noi siamo tutto” è estremamente positivo, ed è trainato soprattutto dal giovane pubblico femminile, che ha costituito ben l’82% del totale.

Box Office Usa: al quinto posto la new-entry “Diario di una schiappa – Portatemi a casa!”

Box Office Usa

Locandina di “Diario di una schiappa – Portatemi a casa!”

Quarta posizione per la commedia con Amy Schumer e Goldie HawnFottute!” (“Snatched”), che scende del -61% rispetto al week-end d’esordio e racimola 7.6 milioni. Considerato che la pellicola ha totalizzato finora 32.7 milioni ma ne è costati 42, è necessario che dimostri una buona performance nei mercati esteri per generare guadagni.

Quinto posto per “Diario di una schiappa – Portatemi a casa!” (titolo originale “Diary of a Wimpy Kid: The Long Haul”), che debutta con 7.2 milioni di dollari. Il film è il quarto del franchise “Diario di una schiappa”, iniziato nel 2010 con il film omonimo e tratto dalla fortunata serie composta da undici libri ideata dallo scrittore Jeff Kinney. La pellicola ha ottenuto un risultato poco soddisfacente, ma la major Fox spera in una percentuale maggiore di bambini e ragazzi nelle sale il prossimo fine settimana, in occasione delle vacanze per il Memorial Day.

È sesto il film di Guy RitchieKing Arthur – Il potere della spada“, che perde il -55% rispetto alla scorsa settimana e incassa 6.85 milioni di dollari, portando il totale d’incasso a soli 27 milioni (ne è costati 175). Segue in settima posizione “Fast and Furious 8” con 3.17 milioni (219.8 milioni complessivi). Il film sulle corse in auto ha già superato il miliardo di dollari nel mondo, e attualmente siede al 12esimo posto nella classifica dei maggiori incassi di tutti i tempi.

Box Office Usa: chiudono la classifica i titoli per famiglie

Box Office Usa

Scena dal film “La Bella e la Bestia”

Baby Boss” riscuote altri 2.8 milioni e ottiene l’ottava posizione, perdendo soltanto il -37.7% rispetto al week-end precedente. In otto settimane il film d’animazione della Fox ha incassato oltre 166 milioni negli Usa.
Segue a breve distanza con 2.4 milioni, “La bella e la bestia“, che arriva a quasi 500 milioni di dollari di incasso in patria dopo 10 settimane, preparandosi a diventare l’ottavo film della storia a superare tale soglia.

Con 2.2 milioni chiude la classifica la commedia “How to be a Latin Lover“; il totale d’incasso è di 29.4 milioni di dollari in quattro settimane.

Marta Maiorano

22/05/2017

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *