Ecodelcinema

Box Office Italia: “The Post” debutta primo

Box Office Italia (incassi 1-4 febbraio): ottimo fine settimana per il botteghino italiano, che registra un +6.1% rispetto allo scorso anno. Il film di Steven Spielberg candidato all’Oscar “The Post” ha debuttato in prima posizione nelle sale del Bel Paese. Altre due new-entry finiscono al secondo e terzo posto: “Maze Runner La rivelazione” e il film italiano “Sono Tornato”.

Box Office Italia: tre new-entry sul podio

The Post è un film ricolmo di grandi nomi già plurivincitori del premio Oscar (il regista Spielberg, gli attori Meryl Streep e Tom Hanks, il compositore John Williams) ed ambisce ad ottenere la statuina dorata nel mese di marzo nelle categorie Miglior Film e Miglior Attrice Protagonista (è la 21esima candidatura per Streep). Non c’è da sorprendersi, dunque, se lo vediamo esordire subito in vetta al botteghino italiano: sorprendono invece gli inaspettati 2.3 milioni di euro di incasso (2.313.899€), cifra molto alta per la media italiana.

Apre al secondo posto con ben 1.176.293 euro Maze Runner – La rivelazione, terzo e ultimo capitolo della redditizia saga fantascientifica iniziata nel 2009.

Debutta terzo il film di Luca Miniero con Frank Matano Sono Tornato, in cui un redivivo Mussolini ritorna in Italia. Il film – remake della pellicola tedesca Lui è tornato del 2015, in cui a ricomparire era invece Hitler – ha incassato 1.083.235 euro. Si tratta di un buon esordio, sebbene non proprio eccellente, per la pellicola nostrana.

Box Office Italia: sorprendono i candidati agli Oscar “Chiamami col tuo nome” e “L’ora più buia”

Scena dal film “Chiamami col tuo nome”

Ottimo e insperato quarto posto per il thriller-action con Liam Neeson L’uomo sul treno – The Commuter, che ottiene 870.761 euro, per un totale di 2.246.533 euro.

Scende dalla prima alla quinta posizione il film di Luciano Ligabue Made in Italy, che subisce un calo drastico (-44%) rispetto allo scorso fine settimana. La pellicola ottiene 797.490 euro, per un incasso complessivo di 2.598.472 euro, il che è comunque un buon risultato per la produzione di Domenico Procacci.

È sesto con altri 672.518 euro il film di Luca Guadagnino candidato a quattro premi Oscar, Chiamami col tuo nome, che arriva a 1.734.861 euro totali. Va detto che, grazie alle candidature ricevute e alle ottime recensioni, il film potrebbe migliorare ulteriormente il suo risultato in sala nei prossimi giorni.

Ottimo risultato anche per un altro film candidato all’Oscar, L’ora più buia, che si piazza settimo e resiste in sala dopo ben sette settimane di programmazione (segno tangibile che le nomination agli Oscar portano molti spettatori nei cinema del Bel Paese). Il bio-pic su Winston Churchill con Gary Oldman ottiene 561.671 euro e raggiunge il totale di 3.396.930 euro.

Box Office Italia: due commedie italiane chiudono la classifica

Scena dal film “Benedetta follia”

Il film d’animazione Bigfoot Junior è ottavo con 418.916 euro (il totale è di 985.941 euro).

Vertiginoso calo per la commedia di Gennaro Nunziante con Fabio Rovazzi Il vegetale, che si posiziona nono e porta a casa Disney 405.438 euro, arrivando al buon totale di 3.143.139 euro.

Chiude la classifica al decimo posto Benedetta follia con 389.880 euro ottenuti nel week-end (il totale è di 8.218.439 euro). È un ottimo risultato, considerato che il film di Carlo Verdone resiste in sala da ben quattro settimane.

 

Marta Maiorano

05/02/2018