Big Fish & Begonia (2016)

Big Fish & Begonia - Recensione: una produzione imponente per raccontare come anche i semidei nella loro formazione adolescenziale possano essere ribelli

Big fish and begonia film

Si sviluppano sempre delle grandi aspettative intorno alle produzioni di film orientali di animazione, soprattutto quando, come nel caso di "Big Fish & Begonia" la genesi è durata dodici anni, nel corso dei quali è stato arruolato un importante cast artistico e tecnico. Xuan Liang ha scritto la sceneggiatura e ha diretto l’opera insieme a Chun Zhang.

Le vicende ruotano intorno all’incontro e al legame che si sviluppano tra un giovane pescatore coraggioso di nome Kun e una ragazza di nome Chun, appartenente ad un universo parallelo a quello umano, al di sotto del mare, in cui vivono gli “Altri”, che non sono Dei, ma esseri speciali che regolano il mondo degli uomini, il tempo, le stagioni e le maree. È da qui che la vita umana è originata ed è qui che tornano le anime dopo la morte, sotto forma di piccoli pesci. Anche in questo posto ci sono delle regole ferree e una di queste impone di non contrarre rapporti con gli esseri umani. Ma il destino, l’amore, il cuore e le menti dei giovani hanno sempre sovvertito le regole sociali e familiari da "Giulietta e Romeo" in poi e probabilmente anche da prima.

In "Big Fish & Begonia", inoltre, la giovane Chun sente la necessità di ripagare Kun per il sacrificio estremo al quale si era sottoposto per salvarle la vita. È evidente che la storia elaborata trae inspirazione da molteplici leggende e racconti della tradizione cinese a noi ignote, ma tutto sommato, ci sono innumerevoli parallelismi con le culture occidentali. Uno di questi è il regno dei morti, in cui un’anziana signora chiamata Ling Po, custodisce le anime degli uomini virtuosi, e al quale si accede tramite una imbarcazione condotta da un traghettatore fantastico. Molteplici incursioni faranno i giovani protagonisti in questo regno per tentare di sovvertire sia le regole che appartengono agli uomini, sia le regole degli “ Altri”.

La vicenda raccontata vorrebbe proporci una serie di colpi di scena che coinvolgono i due ragazzi, ma la trama risulta confusa proprio perché non viene ben delineata la natura degli “Altri”, così come la relazione tra gli uomini e le loro anime. La storia di "Big Fish & Begonia" resta evocativa solo per la natura rivoluzionaria dei giovani amanti che cambieranno forma in specie animali e vegetali nel corso delle vicende ma che continueranno a sentire le loro anime legate, nonostante l’avversione delle famiglie, della società e forse anche dell’universo e delle sue regole climatiche.

Big Fish & Begonia: deludente l’aspetto grafico e l'animazione

Big fish and Begonia imm copertina

Una genesi lunga e una produzione imponente ci indurrebbero a supporre in "Big Fish & Begonia" originalità nelle scelte grafiche e di animazione. Purtroppo tranne qualche piacevolissimo sfondo acquarellato di paesaggi naturali, tutto è stato già visto nell’animazione cinese. Gli Story Board Artists - Yang Liu, Fei Pei e Xiaoli Yang -hanno semplicemente perpetrato uno stile da cartone animato televisivo; un po’ banale nel rappresentare figure umane e animali, mosse in maniera meccanica, soprattutto nei movimenti torsionali nello spazio. Ombre dalle linee troppo nette definiscono i giovani protagonisti e gli animali, soprattutto i delfini, ai quali sono state date delle sembianze tozze che tradiscono quella forma affusolata con la quale ci fanno sognare quando penetrano acque e cieli.
Il contributo della computer grafica è stato usato in maniera errata. Quando vengono inseriti contributi nelle scene dal disegno classico, queste animazioni iperrealiste stonano in maniera fastidiosa vicino ai tratti "a matita", quando si propongono scene tutte elaborate digitalmente, le si apprezza ma sembra di vedere un altro film.

Kiyoshy Yoshida ha realizzato le musiche, dal tratto epico, magistralmente orchestrate, che accompagnano le vicende dei giovani amanti fino all’epilogo del film, che dopo una lunga serie di colpi di scena riusciranno a rivoluzionare ben due mondi con una incredibile energia e la forza del loro amore.

Marco Marchetti

  • Titolo originale: Da Hai
  • Regia: Liang Xuan, Zhang Chun
  • Cast: Shih-Chieh King, Ji Guanlin, Jiang Guangtao, Pan Shulan, Su Shangqing Deshun Wang
  • Genere: Animazione, colore
  • Durata: 103 minuti
  • Produzione: Cina, 2016
  • Distribuzione: Draka
  • Data di uscita: 21 giugno 2018

big-fish-&-begoniaIl film d'animazione "Big Fish & Begonia" ripercorre le vicende della vita di Chun, una ragazza che vive in un mondo parallelo, dove ognuno può cambiare le stagioni, le condizioni meteorologiche o il posto stesso in cui si trova. Grazie a queste capacità, il giorno del suo sedicesimo compleanno, la protagonista decide di trasformarsi in un delfino per poter venire a visitare il nostro mondo nella speranza di conoscerlo meglio. La sua impresa però viene ostacolata fin da subito, quando durante una terribile tempesta, la giovane ragazza sotto le sembianze di un cetaceo, rimane intrappolata nelle reti dei pescatori.

A salvarla dalla terribile sorte è un ragazzino umano che, spinto da un enorme coraggio, sacrifica la sua vita liberando Chun dalle reti. Successivamente la ragazza scopre che, nel suo mondo l'anima del salvatore si è trasformata in un piccolo pesce; e riconoscente per la sua eroica azione, la giovane fa di tutto per proteggerlo nella speranza che un giorno lui possa tornare in oceano e condurre una nuova vita.

Big Fish & Begonia: un lavoro durato 12 anni

La pellicola "Big Fish & Begonia" è diretta da due registi cinesi Liang Xuan e Zhang Chun, amici e collaboratori fin dagli anni universitari. I due hanno fondato insieme la casa di produzione B&T dove hanno lavorato sulla realizzazione di "Big Fish & Begonia", che si rivela essere il loro primo lungometraggio. La produzione del film d'animazione ha impiegato ben 12 anni ed è solo nel 2016 che i registi hanno presentato il loro lavoro ai critici del cinema cinese, che l'hanno accolto con molto entusiasmo portando Liang Xuan e Zhang Chun al successo.

In Italia "Big Fish & Begonia" è distribuito da Draka.

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *