Assassin’s Creed

Assassin’s Creed - Recensione: “Nulla è reale, tutto è lecito”

Assassin's Creed

“Quando gli altri seguono ciecamente la verità, ricorda: nulla è reale.
Quando gli altri si piegano alla morale e alle leggi, ricorda: tutto è lecito.
Agiamo nell’ombra per servire la luce… siamo assassini”.

Molte le emozioni in “Assassin’s Creed”, pellicola basata sul videogioco della Ubisoft, che continua a narrare il conflitto tra Assassini e Templari, puntando lo sguardo, questa volta, su Khal, l’ultimo erede di Aguilar de Nerha, un membro del ramo spagnolo della Confraternita degli Assassini vissuto durante il periodo dell’Inquisizione Spagnola.

Il film si presenta perfettamente in linea con le aspettative dei fan, non deludendoli; viceversa, data forse l’eccessiva numerosità di elementi da descrivere, risulta un po’ troppo difficile per i non seguaci della serie.

Le musiche a cura di Jed Kurzel, le scenografie di Andy Nicholson e le scene di parkour completano il quadro donando al lungometraggio un carattere epico, capace di tenere l’attenzione sempre al massimo e di traghettare gli spettatori in una storia mai vista prima.

Assassin’s Creed: una riflessione sulla società e sul libero arbitrio

La Mela dell’Eden è l’oggetto bramato sia dagli Assassini che dai Templari, un artefatto contenente, secondo alcune credenze, il seme della prima disobbedienza dell’uomo e del libero arbitrio, un manufatto capace di cambiare irreversibilmente il mondo.

Mentre gli Assassini vogliono nasconderla da mani sbagliate, preservando così la libertà di scelta, i Templari vogliono usarla per governare, uccidendo definitivamente la stirpe degli Assassini.

Inoltre essi, per far credere che stiano agendo per il bene, fingono che la Mela sia la mappa genetica della violenza e che, quindi, con essa, si possa curare l’aggressività delle persone.

Da qui parte una riflessione su cosa sia il libero arbitrio, se sia giusto che l’uomo l’abbia o se sia meglio che qualcuno decida per lui.

La risposta? … sta a ognuno di noi trovarla

Assassin’s Creed - Ubisoft chiude l’esperienza sul mondo degli Assassini

L’esperienza di Assassin’s Creed nasce 16 anni fa con l’obiettivo, da parte degli sviluppatori, di creare un vero e proprio mondo, partendo nel 2007 con un videogioco, passando attraverso i libri e i gadget e arrivando, infine, al film.

Ciò che ha permesso di entrare nel cuore delle persone è stato il portarle all’interno di situazioni storiche, creando un mix tra storia, azione e parkour.
Tutto ciò è perfettamente riportato all’interno di “Assassin’s Creed”, capace di narrare il periodo dell’Inquisizione spagnola, narrandone l’orrore ma, allo stesso tempo, lasciando lo spettatore con il fiato sospeso fino alla fine.

Valentina Morgante

  • Regia: Justin Kurzel
  • Cast: Michael Fassbender, Marion Cotillard, Ariane Labed, Michael K. Williams, Jeremy Irons, Brendan Gleeson, Brian Gleeson, Matias Varela, Coco König, Mohammed Ali, Dino Fazzani, Graham Curry, Christopher Whitlow
  • Genere: Azione, colore
  • Produzione: USA, Gran Bretagna, Francia, 2016
  • Distribuzione: 20th Century Fox
  • Data di uscita: 4 Gennaio 2017

Assassin's creedDopo aver collaborato con Michael Fassbender nella pellicola “Macbeth”, Justin Kurzel torna a lavorare con l’attore in "Assassin's Creed", trasposizione cinematografica della serie di videogioch di avventura dinamica a carattere storico sviluppato da Ubisoft Montreal e pubblicato da Ubisoft nel 2007.

Nella pellicola "Assassin's Creed", Michael Fassbender (protagonista nel ruolo di Magneto nell’ultima trilogia dl franchising cinematografico “X-Men” diretto da Bryan Singer) interpreta Callum Lynch che, grazie a una spettacolare tecnologia rivoluzionaria sperimenta le avventure del suo antenato Aguilar, vissuto nella Spagna del XV: questa strabiliante tecnologia è difatti in grado di sbloccare i ricordi genetici, permettendo così a chiunque di accedere al mondo e alla vita di coloro che li hanno preceduti.
Qui, nella Spagna del 1600, Callum Lynch scoprirà delle sconvolgenti verità sul proprio passato: le sue origini, difatti, risalgono ad una misteriosa società segreta, quella degli ‘Assassini”.

Imparando a muoversi nel nuovo mondo, il protagonista di "Assassin's Creed" acquisirà abilità straordinarie, preparandosi così a sfidare nuovi nemici.

"Assassin's Creed" sarà interpretato, oltre che da Michael Fassbender, anche da Marion Cotillard (l'Oscar alla miglior attrice per la sua interpretazione della cantante Édith Piaf in “La vie en rose”) e Michael K. Williams (celebre soprattutto per la sua interpretazioni in serie TV di successo come “Boardwalk Empire - L'impero del crimine” e “The Wire”).

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *