American Pastoral

American Pastoral: per il suo debutto alla macchina da presa Ewan McGregor sceglie di portare sul grande schermo l'omonimo romanzo di Philip Roth, vincitore del Premio Pulitzer, e si mette in gioco anche come attore, interpretando il protagonista Seymour Levov, detto 'Lo Svedese'.

American Pastoral: la storia di un uomo che ha tutto e vede sbriciolarsi ciò per cui aveva faticato quando la giovane figlia rimane coinvolta in un attentato terroristico

American Pastoral

 

American Pastoral: 'lo Svedese' ha tutto ciò che si  possa desiderare, campione sportivo al liceo, stimato da tutti e amabile con chiunque gli rivolga la parola, ha sposato Down, ex reginetta di bellezza, ha una deliziosa figlia, Merry, ed un lavoro redditizio: la vita gli ha mostrato la strada per la felicità.

E' la personificazione del 'sogno americano' attraverso il quale l'America del dopoguerra si è ripresa dal conflitto bellico, ma quella dello svedese' è purtroppo una felicità non fatta per durare: quando l'adorata Merry viene coinvolta in un attentato terroristico, lasciando sgomenti i genitori, inizia per l'uomo un doloroso percorso di analisi interiore.

In cosa ho sbagliato? Si chiede l'uomo, ma come chi è genitore sa, questa domanda difficilmente trova una risposta: per quanto un genitore si possa adoperare, i figli seguiranno la loro personalissima strada, dalla quale a volte, si viene completamente esclusi.

American Pastoral: il dolore di un padre che non riesce ad accettare le scelte di una figlia che ritiene vittima delle compagnie sbagliate

Il film, come il libro, non vuole dare un giudizio storico o morale sugli accadimenti che a cavallo tra la fine degli anni sessanta e gli inizi degli anni settanta hanno tormentato il paese, ma analizzare le dinamiche familiari che vengono scatenate da questa inaspettata vicenda.

La protesta per la guerra in Vietnam, per i maltrattamenti che spesso ancora subiscono i neri nel paese, le barricate, la morte che viene combattuta con altra morte, fanno solo da cornice all'inferno intimo e personale che vive il protagonista, e McGregor è bravo nel vestire i panni del povero Levov.

American Pastoral: l'attore scozzese supera a pieni voti questa sua prima prova da regista e Jennifer Connelly e Dakota Fanning forniscono due buone interpretazioni

E' un'opera prima ben costruita e ben narrata questa che realizza McGregor, frutto della 'magia' che si è creata sul set afferma l'attore/regista, curata nei dettagli e ben recitata.

Il film mette a nudo i protagonisti, mostrandone forza e debolezze, raccontando per quanto possibile in un film quanto grande possa essere il dolore e come siamo facilmente annientabili da chi più amiamo.

Maria Grazia Bosu

  • Regia: Ewan McGregor
  • Cast: Ewan McGregor, Jennifer Connelly, Dakota Fanning, David Strathairn, Uzo Aduba, Valorie Curry, Rupert Evans, Molly Parker, Peter Riegert, Mark Hildreth, Emily Peachey, Hannah Nordberg, Ocean James, David Whalen
  • Genere: Drammatico, colore
  • Durata: 126 minuti
  • Produzione: USA, 2016
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Data di uscita: 20 Ottobre 2016

american-pastoral"American Pastoral" segna l’esordio alla regia dell’attore scozzese Ewan McGregor, basato sull’omonimo romanzo/capolavoro di Philip Roth, che proprio con quest’opera ha vinto Premio Pulitzer per la narrativa nel 1998.
Negli anni Sessanta, Seymour Levov detto "lo Svedese" è un ebreo del New Jersey che sembra avere avuto tutto dalla vita: bellezza, carriera, soldi, una moglie ex Miss New Jersey e una bambina a lungo desiderata.

Il suo mondo inizierà lentamente a sgretolarsi quando la figlia, ormai adolescente, per protestare contro la guerra in Vietnam compie un attacco terroristico che provoca una vittima. Lo Svedese inizierà un lungo calvario che lo porterà a domandare perché una tragedia di queste proporzioni sia accaduta proprio a lui, la persona che per tutta la sua vita ha incarnato il Sogno Americano. Dove ha sbagliato?
Il cast comprende, oltre a McGregor, Dakota Fanning ("Mi chiamo Sam", "The Twilight Saga", "La Guerra dei mondi") e Jennifer Connelly ("A Beautiful Mind", "Blood Diamond – Diamanti di sangue").

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *