Alessandro Genovesi

Regista, attore e sceneggiatore italiano, Alessandro Genovesi vicino all'attività d'interpretariato, affianca da anni quella cinematografica, di autore per il teatro e radio, raggiungendo ogni volta con la molteplicità dei suoi lavori la massa degli spettatori e risultati ragguardevoli.

Alessandro Genovesi, un regista da ‘soap opera’

(Milano, 10 gennaio 1973)

Alessandro Genovesi BiografiaHa iniziato la sua carriera come attore e autore radiofonico e teatrale prima di approdare alla regia cinematografica con commedie non proprio originali, che tuttavia il grande pubblico apprezza.

Alessandro Genovesi nasce a Milano il 10 gennaio del 1973. Dopo un periodo di gavetta mette in scena con successo nel 2007 la commedia “Happy Family” al Teatro dell’Elfo di Milano. Il suo testo, una versione riveduta e corretta di “Sei personaggi in cerca d’autore” di Pirandello, affascina Gabriele Salvatores che, nel 2011, decide di farne un film, di cui Genovesi è sceneggiatore e aiuto regista.

Il passaggio alla regia e il sodalizio artistico con Fabio De Luigi

È il momento per Genovesi di trasferirsi da Milano a Roma e di passare alla regia. Nel 2011 esordisce dietro la macchina da presa con “La peggior settimana della mia vita” sulla scia di una sitcom della BBC dal titolo omonimo. Ne è protagonista e co-sceneggiatore Fabio De Luigi, già presente nel cast del film di Salvatores, sceneggiato da Alessandro. Con l’attore Genovesi instaura nel corso del tempo un vero e proprio sodalizio artistico. L’opera prima di Alessandro è la storia tragicomica di un pasticcione che cerca di piacere a tutti i costi alla famiglia della sua fidanzata interpretata da Cristiana Capotondi. Il film è una commedia leggera non particolarmente profonda, con una sceneggiatura quasi palesemente copiata da quella originale, con situazioni che ricordano anche l’americano “Ti presento i miei”. Nonostante l’idea non originale, la pellicola incassa dieci milioni di euro e per questa ragione arriva il sequel nel 2012 intitolato “Il peggior Natale della mia vita”. La coppia De Luigi/Capotondi, sposatasi dopo tante difficoltà, è in attesa del primo figlio e sotto Natale è alle prese con la solita famiglia complicata. Nel secondo episodio, sceneggiato anche questo in tandem con De Luigi, la trama già esile nel primo lavoro regge sempre meno, benché il cast sia arricchito da attori come Diego Abatantuono, Ale e Franz, Caterina Guzzanti e Ricky Memphis.

La 'bella sorpresa' di Alessandro Genovesi

Alessandro cerca di fare un salto di qualità con quello che vorrebbe essere un mix di generi dal titolo “Soap Opera” (2014), presentato al Festival Internazionale del Film di Roma. Ancora una volta non si inventa molto e si ispira a una commedia brasiliana del 2009. Il plot incrocia le vite di una serie di stralunati personaggi che vivono nello stesso condominio milanese a poche ore dal Capodanno. Fabio De Luigi, sempre nella parte dello sfigato dal cuore d’oro, guida il cast che è più o meno lo stesso del lavoro precedente. Il film è accolto in modo controverso dalla critica.

Nel 2015 Alessandro Genovesi ci riprova con “Ma che bella sorpresa” tratto dalla commedia brasiliana di successo “A Mulher Invisivel” di Clàudio Torres. Ne sono protagonisti Claudio Bisio e Frank Matano, vicini di casa di una donna talmente perfetta da dubitare della sua esistenza. Nel cast anche Renato Pozzetto e Ornella Vanoni nei panni dei genitori di Bisio. Il film uscirà nel 2015, insieme al terzo capitolo della saga con De Luigi intitolato “La peggior vacanza della mia vita”.

Nel 2018 torna dietro la macchina da presa per dirigere il film "Puoi baciare lo sposo" con protagonista Diego Abatantuono.

Roberta D’Amico

Alessandro Genovesi Filmografia - Cinema

Alessandro Genovesi Filmografia

  • La peggior settimana della mia vita (2011)
  • Il peggior Natale della mia vita (2012)
  • Soap opera (2014)
  • Ma che bella sorpresa (2015)
  • Belli di papà (2015)
  • Puoi baciare lo sposo (2018)

 

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *