AFMV – Addio fottuti musi verdi

  • Regia: Francesco Capalbo
  • Cast: Francesco Capalbo, Simone Russo, Alfredo Felaco, Beatrice Arnera, Roberto Zibetti, Fortunato Cerlino, Salvatore Esposito
  • Genere: Commedia, colore
  • Durata: 93 minuti
  • Produzione: Italia, 2017
  • Distribuzione: 01 Distribution
  • Data di uscita: 9 novembre 2017

Addio fottuti musi verdi locCon "AFMV - Addio fottuti musi verdi" il seguitissimo e 'supercondiviso' collettivo campano di giovani youtuber The Jackal - noto principalmente per fortunate web series come "Gay ingenuiai" e "Gli effetti di Gomorra sulla gente" - si ritrova faccia a faccia con la sua prima prova cinematografica, dopo aver raggiunto la popolarità sul web, grazie all'azione virale dei social network.

La pellicola, una satira della società moderna che vuole prendere in esame il fenomeno della così detta "fuga di cervelli", avrà come tema una grave piaga sociale dei giorni nostri: la disoccupazione. Il protagonista della vicenda è Ciro, un giovane ragazzo napoletano come tanti che, in maniera non dissimile ad altri, ha mandato curriculum ovunque prima di trovare finalmente lavoro. Certo è che Ciro ha guardato molto in alto per quanto riguarda la sua carriera, talmente tanto, da essere finito a lavorare nello spazio, per una straordinaria azienda aliena - assolutamente meritocratica - dove può spendere le sue competenze di grafico come mai avrebbe potuto fare sulla Terra.

Addio fottuti musi verdi: un film con grandi collaborazioni

Per i The Jackal - un gruppo di amici di lunga data, amanti del cinema fin da bambini  - "AFMV - Addio fottuti musi verdi" rappresenta una vera svolta. Avendo iniziato con produzioni praticamente a costo zero e un grande sogno nel cassetto, la possibilità di collaborare con Cattleya e Raicinema sembra arrivata come manna dal cielo. Nel film non manca, infatti, tutto ciò che i protagonisti hanno sempre sognato per i loro lavori: roboot, alieni, spade laser, astronavi e un bel po' di effetti speciali; un vero paradiso dei fan della fantascienza come loro.

 

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *